Vintage Italian Postcards

Tuesday, November 20, 2007

FIGURINI MILITARI, UNA PASSIONE CHE VIENE DA LONTANO, I soldatini di John Tunstill, appassionato collezionista e creatore di Model Soldiers

Nasce nella Londra distrutta dalla guerra, la passione di John Tunstill per i soldatini di piombo, di cui diverrà un celebre e raffinato creatore, oltre che collezionista appassionato ed esigente.Da una scatola di soldatini di piombo ricevuta in dono per il quarto compleanno, John Tunstill scopre la forte attrazione per questi piccoli affascinanti oggetti. Da allora ogni occasione è buona per raccogliere, acquistare o farsi regalare altri soldatini. Oggi, 60 anni dopo, Tunstill conserva un'ampia collezione di soldatini nell' antico monastero del XII secolo, La Preghiera, un'elegante guest house di proprietà sua e della moglie Liliana, situata vicino ad Umbertide e Città di Castello, in Umbria.Già ai tempi della scuola elementare la passione per i soldatini spinse Tunstill a realizzare personalmente soldatini giocattolo in piombo, usando i fornelli della madre per fondere il metallo e il tavolo della cucina come banco per modellarli. Questo gli permetteva di vendere le sue creazioni a scuola o nei negozietti locali, realizzando discrete somme di denaro. Di fronte a un interesse sempre crescente Tunstill persuase i custodi dei musei di Londra, il British Museum e il Victoria and Albert, a concedergli un biglietto "temporaneo" da lettore per entrare, poiché non aveva ancora l'età giusta, e poter osservare i dettagli delle uniformi delle collezioni originali descritte nei manoscritti presenti all'interno delle biblioteche.

Mentre studiava le armate napoleoniche in Russia, l'amore per il dettaglio gli fece ricopiare le didascalie in alfabeto cirillico che descrivevano le uniformi, in modo da farle successivamente tradurre per avere maggiori informazioni sui modellini che avrebbe creato.I wargames con i soldatini divennero lo svago principale nel tempo libero e in vacanza. Le regole di questi giochi furono inventate da Tunstill e dai suoi giovani amici, ed in seguito pubblicate dalla British Model Soldier Society (BMSS), la prima associazione al mondo per amanti dei soldatini di piombo, da cui Tunstill, non ancora sedicenne, dovette ottenere una dispensa speciale per poter entrare a farne parte. La società era stata fondata nel 1930 da un altro giocatore dei War Games, Walter Lockwood, di cui Tunstill potè acquisire molte delle figure dei Wargames, dopo la morte del giocatore.Questi wargames estivi venivano combattuti con figure commerciali trasformate, che erano disponibili nei negozi di giocattoli locali.

Le figure acquistate erano di solito la rappresentazione dei soldati che avevano combattuto la Seconda Guerra Mondiale o ai tempi delle Guerre Coloniali Inglesi. Questo perché i primi produttori di soldatini avevano cominciato il loro business nel periodo dell'impero Britannico, quando abiti rossi ed elmetti a punta erano le uniformi del giorno, e nonostante i fabbricanti facessero figure nuove per ogni nuova guerra, non eliminarono mai dai loro cataloghi le prime produzioni.Queste figure venivano comprate, trasformate in soldati della Guerra Napoleonica, ridipinti con dettagli autentici e usati per i wargames. In questo periodo la maggior parte dei soldatini venivano dipinti con colori lucidi senza alcuna sfumatura o dettaglio artistico, erano infatti dei giocattoli. I modellini di soldatini, che spesso erano costituiti dalle stesse basi, venivano dipinti con colori opachi e lisci, riservando molta attenzione ai dettagli che distinguono un modello da un giocattolo. Il tempo e lo sforzo necessari per creare un modellino di soldatino li rendevano inadatti per i wargames, facendone dei pezzi unici e a volte delle vere statuine.

Tunstill prestò servizio per quasi 5 anni nelle Royal Air Force, in un reparto di ricognizione fotografica aerea al tempo della guerra Arabo - Israeliana, e durante il periodo di servizio in Medio Oriente portò avanti il suo hobby realizzando un considerevole numero di Cavalli Scozzesi Reali (Royal Scots Greys), accompagnati da Highlanders Scozzesi in azione, per ampliare la sua sempre crescente collezione di figure. Tornato alla vita civile, grazie al suo crescente interesse in materia di cose militari, soldatini e uniformi, gli venne offerto di diventare general manager di un nuovo negozio chiamato Tradition aperto a Piccadilly, a Londra, e dell'omonimo giornale, che ebbe un grande successo tra i collezionisti di soldatini. Più tardi John Tunstill fondò un altro giornale, destinato a tutti gli appassionati di battaglie in miniatura, e lo chiamò Miniature Warfare. Dopo aver lasciato il negozio a Piccadilly, ne aprì uno proprio, sempre a Londra, vicino al museo Imperiale della Guerra (Imperial War Museum). Il negozio venne chiamato Soldiers, l'ideale per coloro che collezionavano oggettistica militare. Vista la domanda sempre crescente dei primi soldatini in piombo, che dagli anni 70 erano stati sostituiti da figure di plastica, Tunstill decise di tornare a colare i propri soldatini. Li produsse delle stesse dimensioni, forme e stile delle figure più famose, quelle fatte dalla compagnia londinese di William Britain. I soldatini di Tunstill inizialmente venivano prodotti a completamento delle figure originali, così se a qualcuno per completare la propria serie, serviva un tamburino, un ufficiale oppure un portatore di bandiera, poteva utilizzare le figure da lui prodotte per colmare la lacuna.

Tutti i soldatini venivano prodotti e venduti all'interno di Soldiers, e così queste figure presero il nome di Soldatini di Soldiers (Soldiers'Soldiers). Per 10 anni, in un periodo compreso tra il 1975 e il 1985, ogni settimana venivano fabbricate e vendute più di 500 figure, per un totale di un quarto di milione di soldatini!In quegli anni furono realizzate oltre 350 diverse figure modello e considerando che a molte di queste sono stati aggiunti vari tipi di braccia, il numero di modelli diversi è cresciuto. Per esempio, la figura standard di un musicante poteva avere 10 o 12 tipi di braccia nel corpo, mentre la figura di un ufficiale ne aveva cinque diversi tipi; un soldato di fanteria poteva portare il fucile in molti modi diversi, e, nel momento in cui era in compagnia dei suoi colleghi, poteva anche essere un barelliere. Era anche possibile dipingere i soldatini con una notevole quantità di abiti militari: gli Highlander, per esempio, potevano essere Black Watch, Gordon Higlanders, Argylle e Sutherland, Seaforth, Cameron o qualsiasi altro reggimento coloniale dell'Australia, Canada, Sud Africa etc..

Nessuno dei soldatini di Tunstill è in assetto di guerra o in posizione di combattimento, piuttosto sono rappresentati con i loro vestiti migliori, puliti, ordinati ed in parata, con un aspetto meraviglioso.Durante un lungo soggiorno in Umbria, dove avevano acquistato una casa, i coniugi Tunstill vennero contattati da un "Conte" locale, un gentleman con una vera passione per i soldatini giocattolo. Il Conte desiderava che alcune figure venissero dipinte appositamente ed esclusivamente per lui senza essere vendute ad altri collezionisti o all'interno del negozio Soldier. John Tunstill e il suo staff di pittori, produssero centinaia di soldatini per questo collezionista, utilizzando sempre figure già esistenti, ma dipinte in un'ampia varietà di costumi. Queste serie venivano poi confezionate in piccole scatole e spedite con regolarità in Italia. Alla morte del collezionista Tunstill riacquistò tutti gli elementi dell'enorme collezione, la maggior parte dei quali non erano mai stai tirati fuori dalle loro scatole! Queste figure sono ora disponibili sul mercato e vendute con uno speciale certificato di autenticità.La Collezione Tunstill è aperta al pubblico su appuntamento ed è in esposizione a La Preghiera. I collezionisti possono portare con sè soldatini e materiale militare per confronti, scambi, vendite o acquisti, così da far conoscere questo interessante hobby a più persone possibili.

La collezione di John Tunstill è aperta al pubblico su appuntamento:

La Preghiera, 06018, Calzolaro - Umbertide - Perugia.

Per info:
Tel. 075.9302428
331 270 64 53 - Giulia
infoitpr@gmail.com

http://www.soldierssoldiers.com/

1) Cartoline d’epoca di tutta Italia vendesi
www.cartolinetunstill.com

2) A tutti gli appassionati offriamo un sito dedicato alla storia postale
www.cartolinetunstill.com

3) Offresi soldatini in piombo
www.soldierssoldiers.com

4) Offriamo oggettistica militare, baionette, bottoni, cinture,
distintivi e medaglie da collezione
www.soldierssoldiers.com

5) Offresi stampe militari, stampe Vanity Fair, Spy, Pellegrini.
www.soldierssoldiers.com

6) Offriamo un sito per appassionati di "British films",
con i reali posti dove il lungometraggio è stato girato
www.reelstreets.com